logo-cantieri-di-imprese

NUOVO DECRETO LEGGE COESIONE – in vigore dal 8 maggio 2024


RESTO AL SUD 2.0 E AUTOIMPIEGO CENTRO-NORD ITALIA
ART 17 E 18 DECRETO LEGGE COESIONE
DATA DI PUBBLICAZIONE: 08/05/2024

Misura nazionale per la promozione dell’autoimpiego nel lavoro autonomo, nelle libere professioni e nell’attività d’impresa

Cos’è

Ai fini della promozione dell’inclusione attiva e dell’inserimento al lavoro sono definite

specifiche azioni a sostegno dell’avvio di attività imprenditoriali e libero-professionali,

nell’ambito della strategia nazionale delle politiche attive del Ministero del lavoro e delle

politiche sociali. Entro 30 giorni dall’entrata in vigore del DECRETO LEGGE COESIONE con decreto del Ministro del lavoro e delle politiche sociali di concerto con il Ministro degli affari europei, il sud le politiche di coesione e il PNRR sono definite le modalità e i termini per l’attivazione di due specifiche iniziative denominate, rispettivamente, autoimpiego centro-nord Italia e Investire al Sud 2.0, a supporto dell’inserimento al lavoro mediante l’autoimpiego nelle regioni del centro nord e del mezzogiorno di Italia.

ARTICOLO 17- DECRETO LEGGE COESIONE: AUTOIMPIEGO CENTRO-NORD ITALIA

Sono ammesse al finanziamento le iniziative economiche finalizzate all’avvio di attività imprenditoriali e libero-professionali, in forma individuale o collettiva, ivi comprese quelle che prevedono l’iscrizione ad ordini o collegi professionali.

DESTINATARI

Sono destinatari dell’intervento:

a) persone giovani di età inferiore ai trentacinque anni;

b) persone disoccupate da almeno dodici mesi;

c) persone in condizioni di marginalità, vulnerabilità sociale e discriminazione, come

definiti dal Piano nazionale giovani, donne e lavoro;

d) persone inattive, come definite dal Piano nazionale giovani, donne e lavoro;

e) donne inoccupate, inattive e disoccupate;

f) disoccupati beneficiari di ammortizzatori sociali destinatari delle misure del

programma di politica attiva Garanzia di occupabilità dei lavoratori GOL.

FORMA E INTENSITA’ DEGLI AIUTI

Gli incentivi sono fruibili con le disposizioni sugli aiuti de minimis e comprendono:

1. Un voucher di avvio in regime de minimis, non soggetto a rimborso, utilizzabile per

  • l’acquisto di beni, strumenti e servizi per l’avvio delle attività per un importo massimo di € 30.000 (trentamila)
  • Nel caso di acquisto di beni e servizi innovativi, tecnologici e digitali o di beni diretti ad assicurare la sostenibilità ambientale o il risparmio energetico, l’importo massimo del voucher è di € 40.000 (quarantamila), aumentabile fino a € 50.000 (cinquantamila) per le attività localizzate nei territori delle regioni dell’Italia centrale colpite dagli eventi sismici del 2009 e 2016.

2. Un aiuto in regime de minimis per programmi di spesa di valore non superiore a € 120.000 (centoventimila), consistente in un contributo a fondo perduto fino al 65% dell’investimento per l’avvio delle attività.

3. Un aiuto in regime de minimis per programmi di spesa oltre i € 120.000 (centoventimila) e fino a € 200.000 (duecentomila), consistente in un contributo a fondo perduto fino al 60% dell’investimento per l’avvio delle attività.

Se le iniziative finanziate coinvolgono disoccupati iscritti al programma GOL beneficiari di ammortizzatori sociali, ivi inclusa la Naspi di cui al decreto legislativo 4 marzo 2015, n.22, ovvero beneficiari del Supporto formazione lavoro, tali soggetti possono cumulare i trattamenti in godimento ed ottenerne l’erogazione in unica soluzione al fine di utilizzarli come capitale d’avvio da conferire nelle iniziative finanziate.

ARTICOLO 18- DECRETO LEGGE COESIONE: RESTO AL SUD 2.0

DESTINATARI

Sono destinatari dell’intervento:

a) persone giovani di età inferiore ai trentacinque anni;

b) persone disoccupate da almeno dodici mesi;

c) persone in condizioni di marginalità, vulnerabilità sociale e discriminazione, come

definiti dal Piano nazionale giovani, donne e lavoro;

d) persone inattive, come definite dal Piano nazionale giovani, donne e lavoro;

e) donne inoccupate, inattive e disoccupate;

f) disoccupati beneficiari di ammortizzatori sociali destinatari delle misure del programma di politica attiva Garanzia di occupabilità dei lavoratori GOL

FORMA E INTENSITA’ DEGLI AIUTI

Gli incentivi sono fruibili con le disposizioni sugli aiuti de minimis e comprendono:

  • Un voucher di avvio in regime de minimis, non soggetto a rimborso, utilizzabile per l’acquisto di beni, strumenti e servizi per l’avvio delle attività per un importo massimo di € 40.000 (quarantamila) per le attività aventi sede legale nelle aree del Mezzogiorno e le attività aventi sede legale nei territori delle regioni dell’Italia centrale colpite dagli eventi sismici del 2009 e del 2016. Nel caso di acquisto di beni e servizi innovativi, tecnologici e digitali o di beni diretti ad assicurare la sostenibilità ambientale o il risparmio energetico, l’importo massimo del voucher è di € 50.000 (cinquantamila) per le attività di cui al comma 2 aventi sede legale nelle aree del Mezzogiorno.
  • Un aiuto in regime de minimis per programmi di spesa di valore non superiore a € 120.000 (centoventimila), consistente in un contributo a fondo perduto fino al 75% per l’avvio dell’attività.
  • Un aiuto in regime de minimis per programmi di spesa oltre i € 120.000 (centoventimila) e fino a € 200.000 (duecentomila), consistente in un contributo a fondo perduto fino al 70% per l’avvio dell’attività.

Se le iniziative finanziate coinvolgono disoccupati iscritti al programma GOL beneficiari di ammortizzatori sociali, ivi inclusa la Naspi di cui al decreto legislativo 4 marzo 2015, n. 22, ovvero beneficiari del Supporto formazione lavoro, tali soggetti possono cumulare i trattamenti in godimento ed ottenerne l’erogazione in unica soluzione al fine di utilizzarli come capitale d’avvio da conferire nelle iniziative finanziate.

per informazioni e modalità di partecipazione contattaci

Bandi in evidenza

KAIRE Calabria

Incentivi all’occupazione di soggetti disoccupati svantaggiati, molto
svantaggiati e lavoratori con disabilità alle imprese che operano nella
filiera turistica.



PROCEDURA VALUTATIVA A SPORTELLO

BANDO CREAZIONE NUOVE IMPRESE – II EDIZIONE

La Camera di Commercio di Cosenza intende sostenere la crescita del sistema economico provinciale, dando un impulso concreto alla nascita di nuove imprese e allo sviluppo dell’autoimprenditorialità.


La domanda di concessione del contributo deve essere presentata alla Camera di commercio dalle ore 14:00 del 19 febbraio 2024 alle ore 21:00 del 31 ottobre 2024.

IMPRESE BORGHI – PNRR

Supporto delle imprese che operano nei borghi destinatari di finanziamenti PNRR
La dotazione complessiva è di 188 milioni di euro


Le domande possono essere presentate online attraverso l’area riservata dalle 12:00 dell’8 giugno alle 18:00 dell’11 settembre 2023.

Sostegno alle imprese ricettive regionali

Sostegno alla competitività delle imprese nelle destinazioni turistiche

attraverso interventi di qualificazione dell’offerta e innovazione di prodotto/servizio, strategica ed organizzativa


AVVISO IN PRE-INFORMAZIONE

ENERGIA RINNOVABILE MICROIMPRESE

Incentivo finalizzato all’ottimizzazione della competitività dei sistemi produttivi.

PROCEDURA VALUTATIVA A SPORTELLO

TERMINI DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA 6 FEBBRAIO 2023 – 3 MARZO 2023

CONTRIBUTO MANIFESTAZIONI SPORTIVE

La Regione Calabria, nell’ambito di una più ampia strategia di valorizzazione del patrimonio naturale e culturale regionale, intende attrarre flussi turistici destagionalizzati attraverso l’organizzazione di eventi sportivi. Tali iniziative risultano essere, infatti, particolarmente efficaci nell’attrarre specifici target di giovani/adulti sportivi, anche in formula squadre, in periodi di bassa stagione, incoraggiando la visita del territorio. I progetti oggetto del contributo dovranno, infatti coniugare la realizzazione di eventi sportivi con la fruizione, la valorizzazione e la promozione di attrattori culturali e paesaggistici regionali.


SCADENZA 6 FEBBRAIO 2023

FONDO ENERGIE IMPRESE

La giunta regionale in data 10/12 ha istituito il Fondo Energia Imprese mettendo a disposizione una dote finanziaria di 45 milioni di euro. Il fondo sarà gestito da Fincalabra Spa e concederà fino a 200.000 euro alle PMI aventi sede operativa in Calabria per interventi di messa in opera e fornitura di Impianti Fotovoltaici.
FONDO ENERGIE IMPRESE
IN FASE DI ATTIVAZIONE

Contributi a fondo perduto per ristoranti e pasticcerie

Contributo a fondo perduto finalizzato a promuovere e sostenere le imprese di eccellenza nei settori della ristorazione e della pasticceria e a valorizzare il patrimonio agroalimentare ed enogastronomico italiano per investimenti in macchinari professionali e altri beni strumentali durevoli.
IN FASE DI ATTIVAZIONE

CULTURA CREA 2.0

Cultura Crea 2.0 è l’incentivo che sostiene la nascita e la crescita di imprese e iniziative no profit nel settore dell’industria culturale, creativa e turistica, che puntano a valorizzare le risorse culturali nelle regioni Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia.
SCADENZA: A SPORTELLO

Offerte Lavoro

Rimani sempre aggiornato​

Vuoi essere informato su bandi e avvisi pubblici?
Manda un messaggio su Whatsapp al numero 348.4990493 con:
Nome, Cognome e Comune di residenza

Memorizza il numero e sarai sempre aggiornato!

Cantieri di Imprese è presente sui Social per comunicare e promuovere le proprie attività.

Apri chat
RIMANI AGGIORNATO
Vuoi essere informato su bandi e avvisi pubblici?
Manda un messaggio con:
Nome, Cognome e Comune di residenza
Memorizza il numero e sarai sempre aggiornato!