Loading...

Contributi a fondo perduto per investimenti nel settore vitivinicolo

Contributi a fondo perduto per investimenti nel settore vitivinicolo
  • Scadenza : 02-03-2018
  • Codice :
  • Area territoriale :

A decorrere dalla campagna vitivinicola 2017/2018, è concesso un sostegno per investimenti materiali e /o immateriali in impianti di trattamento e in infrastrutture vinicole nonché in strutture e strumenti di commercializzazione del vino. Tali investimenti sono diretti a migliorare il rendimento globale dell’impresa, soprattutto in termini di adeguamento alla domanda del mercato, e ad aumentarne la competitività e riguardano la produzione e/o la commercializzazione dei prodotti anche al fine di migliorare i risparmi energetici, l’efficienza globale nonché trattamenti sostenibili.

Soggetti beneficiari

L’aiuto finanziario è concesso ai soggetti che, alla data di presentazione della domanda, siano titolari di partita IVA e che siano iscritti al Registro delle Imprese della Camera di Commercio, ed abbiano costituito nel Sian un “fascicolo aziendale” attivo. Possono accedere all’aiuto, le microimprese, le piccole e medie imprese.

Beneficiano dell’aiuto le imprese la cui attività sia almeno una delle seguenti:

a) la produzione di mosto di uve ottenuto dalla trasformazione di uve fresche da esse stesse ottenute, acquistate, o conferite dai soci, anche ai fini della sua commercializzazione;

b) la produzione di vino ottenuto dalla trasformazione di uve fresche o da mosto di uve da esse stesse ottenuti, acquistati o conferiti dai soci, anche ai fini della sua commercializzazione;

c) l’elaborazione, l’affinamento e/o il confezionamento del vino conferito dai soci, e/o acquistato anche ai fini della sua commercializzazione. Sono escluse dal contributo le imprese che effettuano la sola attività di commercializzazione dei prodotti oggetto del sostegno;

d) la produzione di vino attraverso la lavorazione delle proprie uve da parte di terzi vinificatori qualora la domanda sia rivolta a realizzare ex novo un impianto di trattamento o una infrastruttura vinicola, anche ai fini della commercializzazione.

Beneficiano dell’aiuto anche le organizzazioni interprofessionali.

Tipologia di interventi ammissibili

Investimenti materiali:

1. Costruzione , ristrutturazione e/o allestimento di punti vendita extra aziendali in ambito regionale per la commercializzazione dei vini;

2. Acquisto di botti di legno per l’invecchiamento dei vini da 5 hl fino a 50 hl;

3. Linea d’imbottigliamento (Le linee di imbottigliamento sono ammesse solo se a completamento di una linea di trasformazione)

Investimenti immateriali:

1. Attività di e-commerce ;

Le spese per investimenti immateriali devono essere connesse agli investimenti materiali e non possono superare, comprensive anche delle spese generali, il 30% degli investimenti materiali. Le spese generali relative agli onorari di consulenti (agronomi, architetti, ingegneri, ecc.) sono ammesse entro i seguenti limiti: fino ad un massimo del 10 % per lavori e opere edili; fino ad un massimo del 5 % per tutti gli altri investimenti ammissibili diversi da lavori ed opere edili.

Entità e forma dell’agevolazione

Sono previsti finanziamenti in conto capitale, da calcolarsi in percentuale sul costo totale ammissibile dell’intervento. Per gli interventi finanziati nell’ambito della azione sono fissati i seguenti limiti di spesa:

– € 200.000 quale limite massimo del costo totale dell’investimento ammissibile;

– € 20.000 quale spesa minima ammissibile a finanziamento.

Il contributo massimo concedibile è pari al 50% dell’investimento finanziabile nel caso di micro, piccole e medie imprese.

Scadenza

 2 marzo 2018

Print Friendly, PDF & Email

Richiedi maggiori informazioni

Inviando questo form dichiarerai di aver letto la nostra politica sulla privacy ed acconsentirai al trattamento sui dati personali
Perfetto! La sua richiesta è stata invaita con successo!
OPS! Si è verificato un errore nell'elaborazione della richiesta. Riprova più tardi

Potrebbe interessarti: