Loading...

ISEE

ISEE
  • Scadenza :
  • Codice :
  • Ente/Azienda :

L’ISEE (Indicatore della Situazione Economica Equivalente) è l’indicatore che serve per valutare e confrontare la situazione economica dei nuclei familiari che intendono accedere a tutte le prestazioni o servizi sociali o assistenziali la cui erogazione dipende dalla situazione economica del nucleo familiare del richiedente. Inoltre, può essere utilizzato per l’accesso a servizi di pubblica utilità a condizioni agevolate (telefono fisso, luce, gas ecc.) qualora sia così previsto dalle autorità e dalle amministrazioni pubbliche competenti.

Alcune tra le prestazioni per le quali è necessario presentare l’ISEE sono:

• l’assegno di maternità;
• l’assegno per il nucleo familiare;
• asili nido e altri servizi per l’infanzia;
• prestazioni scolastiche (mensa, trasporto, libri di testo, borse di studio ecc.);
• agevolazioni per le tasse universitarie;
• servizi socio sanitari domiciliari;
• altre prestazioni assistenziali;
• agevolazioni per servizi di pubblica utilità (sconti su bollette di luce, gas, telefono);
• bonus bebè e altri contributi alle famiglie;
• social card.
La dichiarazione può essere presentata in qualsiasi periodo dell’anno e sarà valida fino al 15 gennaio dell’anno successivo. In questo periodo, è comunque possibile presentare una nuova dichiarazione nel caso si verifichino cambiamenti nella composizione e/o nella situazione economica del nucleo familiare.
La dichiarazione è valida per tutti i componenti del nucleo familiare della persona che la presenta.
Per ottenere la propria certificazione ISEE è necessario compilare la Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU), un documento che contiene le informazioni di carattere anagrafico, reddituale e patrimoniale necessarie a descrivere la situazione economica del nucleo familiare.

Documenti necessari per la compilazione della dichiarazione sostitutiva unica

Per ottenere il calcolo dell’ISEE, è necessario avere alcune informazioni per ogni componente il nucleo familiare.
I principali dati (e i relativi documenti dove possono essere recuperati) che vanno inseriti nella dichiarazione sono:

DATI ANAGRAFICI

• Codice Fiscale di ciascun componente il nucleo familiare (anche per coniuge e figli a carico con diversa residenza);
• Documento di identità in corso di validità del dichiarante;
• Contratto di locazione registrato, se la famiglia risiede in affitto.

REDDITI

I redditi relativi ai due anni precedenti la compilazione della DSU (se presentata nel 20171: redditi 2015).
• MODELLO 730 E/O MODELLO UNICO (reddito complessivo ai fini Irpef)
• MODELLO/I CUD RILASCIATO DAL DATORE DI LAVORO E/O DALL’ENTE PENSIONISTICO
• DICHIARAZIONE IRAP (x imprenditori agricoli)
• CERTIFICAZIONE ATTESTANTE I COMPENSI PERCEPITI PER PRESTAZIONI OCCASIONALI, DA LAVORO AUTONOMO, ETC…(es: venditori a domicilio, ritenuta d’acconto, etc…)
• CERTIFICAZIONE RELATIVA AI REDDITI ESENTI DA IMPOSTA (esclusi i trattamenti erogati dall’Inps)
• CERTIFICAZIONE/I RELATIVA A TRATTAMENTI ASSISTENZIALI, INDENNITARI, PREVIDENZIALI NON SOGGETTI AD IRPEF (esclusi i trattamenti erogati dall’Inps) EROGATI DALLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE (es: minimo vitale)
• CERTIFICAZIONE RELATIVA AI REDDITI DA LAVORO DIPENDENTE PRODOTTI ALL’ESTERO
• DICHIARAZIONE DEI REDDITI PER I REDDITI PRODOTTI ALL’ESTERO PRESENTATA NELLO STATO ESTERO (dai residenti all’estero iscritti all’AIRE)
• ASSEGNI DI MANTENIMENTO PER IL CONIUGE E PER I FIGLI CORRIPOSTI E/O PERCEPITI (per i figli anche in assenza di sentenza di separazione)

PATRIMONIO

Il patrimonio MOBILIARE relativo al 31/12 dell’anno precedente la compilazione della DSU (se presentata nel 2017: saldo al 31/12/2016):
• Depositi e C/C bancari e postali: saldo al 31/12 e giacenza media annua;
• Titoli di Stato, Obbligazioni, Certificati di Deposito, Buoni Fruttiferi (per i quali va assunto il valore nominale);
• Azioni o quote di investimento, partecipazioni azionarie in società italiane ed estere quotate, partecipazioni azionarie in società non quotate, masse patrimoniali;
• Altri strumenti e rapporti finanziari;
• Contratti di assicurazione (per i quali va assunto il valore dei premi versati alla data del 31/12);
• Patrimonio netto per le imprese in contabilità ordinaria e valore delle rimanenze finali e del costo dei beni ammortizzabili per le imprese in contabilità semplificata.

Il patrimonio IMMOBILIARE relativo al 31/12 dell’anno precedente la compilazione della DSU (se presentata nel 2017: valore ai fini IMU/IVIE al 31/12/2016):
• Visure e/o altra certificazione catastale (Atti notarili di compravendita, Dichiarazione di successione, ecc.);
• Valore delle aree edificabili;
• Quota capitale residua del mutuo (certificazione banca e/o piano di ammortamento);
• Documentazione attestante il valore ai fini IVIE degli immobili detenuti all’estero;
• Atto notarile di donazione di immobili (solo in caso di richiesta di prestazioni socio-sanitarie residenziali a ciclo continuativo).

AUTOVEICOLI E IMBARCAZIONI di proprietà alla data di presentazione della DSU

• TARGA o estremi di registrazione al P.R.A. di autoveicoli e motoveicoli (di cilindrata pari o superiore a 500cc), per ogni componente del nucleo familiare;
• TARGA o estremi di registrazione al R.I.D. di navi e imbarcazioni da diporto, per ogni del nucleo familiare.

PORTATORI DI HANDICAP

• Certificazione dell’handicap (denominazione ente, numero del documento e data del rilascio);
• Retta per il ricovero in strutture residenziali;
• Spese per l’assistenza personale.

Hai bisogno dell’ISEE? Per assistenza nella presentazione della dichiarazione, scrivi a info@cantieridimprese.it

Print Friendly