Loading...

DIPARTIMENTO DELLA GIOVENTU’ E DEL SERVIZIO CIVILE NAZIONALE

DIPARTIMENTO DELLA GIOVENTU’ E DEL SERVIZIO CIVILE NAZIONALE
  • Scadenza :
  • Codice :
  • Ente/Azienda :

Presentazione dei progetti di Servizio civile nazionale per l’anno 2017.

OBIETTIVI DEL BANDO

Gli enti di servizio civile iscritti all’albo nazionale e agli albi regionali e delle Province autonome possono presentare progetti di servizio civile nazionale da realizzarsi in Italia e all’estero, da finanziare con le risorse relative all’anno 2017. L’Avviso interessa anche le zone del recente sisma che ha colpito il centro Italia. Gli enti iscritti all’Albo nazionale ed agli Albi delle Regioni e delle Province autonome, aventi sedi di attuazione progetto nelle Province interessate dal sisma, potranno inviare manifestazioni d’interesse per la realizzazione di progetti di servizio civile nazionale nelle aree terremotate (Abruzzo, Lazio, Marche ed Umbria), finalizzati alla ripresa della vita civile delle comunità colpite ed a favorire il ritorno delle popolazioni alla “normalità”.

DESTINATARI

Gli enti Pubblici iscritti all’albo del servizio civile.

TIPOLOGIA DEI PROGETTI

I progetti di cui al presente avviso devono essere redatti secondo i modelli di cui agli allegati 1 e 2 del citato Prontuario (riguardanti rispettivamente i progetti da realizzare in Italia e all’estero), devono essere firmati digitalmente dal legale rappresentante dell’ente o dal responsabile del servizio civile nazionale indicati in sede di accreditamento e devono essere presentati esclusivamente in modalità online. Resta obbligatoria la compilazione del format progetti presente nel sistema informatico Helios. Al termine della procedura informatica il sistema rilascia un documento attestante l’avvenuto inserimento dei progetti, che deve essere allegato alla istanza di presentazione degli stessi. Specificità riguardanti la redazione dei progetti da realizzare all’estero. Per quanto riguarda i progetti da realizzare all’estero, oltre alla redazione dell’apposita scheda progetto, è necessario individuare soluzioni e modalità per garantire i livelli minimi di sicurezza e di tutela dei volontari all’estero mediante:

  • un Piano di Sicurezza redatto in conformità alle Linee Guida,al quale deve essere allegato il Protocollo della Sicurezza di cui all’allegato 1bis debitamente firmato dal rappresentante legale dell’ente;
  • il rispetto delle avvertenze concernenti la sicurezza indicate nel sito del MAECI www. viaggiaresicuri.it relative al Paese/Area dove si realizza il progetto.

Tra le misure del Piano dovrà essere prevista la figura del Responsabile della sicurezza, in possesso dei requisiti previsti dall’allegato 2, nonché la registrazione di ogni singolo volontario nel sito del MAECI www.dovesiamonelmondo.it  Il Piano della Sicurezza, il Protocollo della Sicurezza e la Dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà relativa ai requisiti del Responsabile della sicurezza,dovranno essere inseriti sul sistema informatico Helios unitamente alla scheda progetto e alla restante documentazione prevista.

I progetti da realizzarsi all’estero oltre alle aree d’intervento  possono essere presentati anche nelle seguenti aree d’intervento:

  • Cooperazione allo sviluppo ai sensi della legge 125/2014;
  • Interventi di peace-building e di ricostruzione post conflitto;
  • Assistenza, ivi inclusa l’assistenza ai rifugiati e ai migranti;
  • Patrimonio artistico e culturale, ivi inclusa l’educazione al dialogo tra le culture;
  • Educazione e promozione culturale, ivi inclusa la promozione della lingua e cultura italiana all’estero

SCADENZA E MODALITA’ DELLA DOMANDA

Gli enti iscritti all’albo nazionale e agli albi regionali e delle Province autonome devono far pervenire i progetti entro e non oltre le ore 14.00 del 17 ottobre 2016.

L’istanza di presentazione dei progetti deve essere firmata digitalmente dal legale rappresentante dell’ente o dal responsabile del servizio civile nazionale indicati in sede di accreditamento e trasmessa via PEC al Dipartimento o alle Regioni e Province autonome, secondo le rispettive competenze. I relativi indirizzi di posta elettronica certificata sono reperibili sul sito internet del Dipartimento, delle Regioni e Province autonome. Unitamente all’istanza di presentazione dei progetti gli enti devono trasmettere i seguenti documenti:

  • documento rilasciato dal sistema Helios attestante la presentazione online del progetto;
  • dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà concernente la veridicità dei dati e delle informazioni contenute negli elaborati progettuali, firmata digitalmente dal legale rappresentante dell’ente o dal responsabile del servizio civile nazionale

Per informazioni scrivere a: info@cantieridimprese.it  oppure chiama +39 3484990493.

Print Friendly