Loading...

Contributo a fondo perduto fino al 65% per il sostegno ad investimenti nelle aziende agricole PSR 2014/2020 Misura 4.1.1

Contributo a fondo perduto fino al 65% per il sostegno ad investimenti nelle aziende agricole  PSR 2014/2020 Misura 4.1.1
  • Scadenza :
  • Codice :
  • Ente/Azienda :

OBIETTIVI DEL BANDO

La misura 4.1 attraverso l’intervento 4.1.1 “Investimenti nelle aziende agricole” sostiene gli investimenti di ammodernamento, ristrutturazione ed innovazione all’interno delle aziende agricole finalizzati al miglioramento della competitività e della sostenibilità aziendale. L’intervento è, infatti, finalizzato a migliorare la competitività delle imprese agricole ed il miglioramento qualitativo delle produzioni regionali. Esso agisce, altresì, a favore degli obiettivi climatico ambientali, nei termini in cui è in grado di favorire la gestione sostenibile dei suoli e della biodiversità agricola e la riduzione delle emissioni di gas ad effetto serra ed ammoniaca. L’intervento contribuisce direttamente agli obiettivi della focus area 2 A dello sviluppo rurale. Attraverso il presente bando è possibile attivare congiuntamente l’intervento 4.1.3 “Investimenti per la gestione della risorsa idrica da parte delle aziende agricole”, finalizzato a rendere più efficiente l’uso dell’acqua in agricoltura, e l’intervento 4.1.4 “Investimenti per il ricorso alle energie rinnovabili da parte delle aziende agricole” finalizzato a ridurre il ricorso alle fonti fossili nell’ambito del fabbisogno energetico del settore agricolo.

SOGGETTI BENEFICIARI

Sono ammessi a presentare domanda per ottenere il sostegno:

  • agricoltori;
  • associazioni di agricoltori secondo le forme previste e stabilite dalla legge.

TIPOLOGIA DEGLI INTERVENTI

Gli investimenti da realizzare devono mirare:

  • alla razionalizzazione e all’efficientamento nell’utilizzo dei fattori produttivi, ivi inclusi i fattori strutturali ed infrastrutturali;
  • all’uso sostenibile dei suoli;
  • all’introduzione di miglioramenti fondiari, tecnologici e di colture e pratiche agronomiche migliorative;
  • al miglioramento delle condizioni fitosanitarie delle colture arboree attraverso l’uso di materiale certificato prodotto in ambiente controllato;
  • all’introduzione di miglioramenti strutturali, tecnologici e logistici per il mantenimento qualitativo del prodotto e della trasformazione e per la commercializzazione e vendita del prodotto aziendale;
  • al miglioramento della qualità delle produzioni agricole.

Sono considerati ammissibili a finanziamento le seguenti categorie di spesa:

A. Spese inerenti il miglioramento fondiario:

  • collegato alla produzione, alla conservazione del suolo, alla protezione delle colture, alla protezione degli allevamenti e delle dotazioni aziendali;
  • collegato all’adozione di sistemi di difesa volti a proteggere le coltivazioni dai danni derivanti dagli animali selvatici e a proteggere gli allevamenti dall’azione dei predatori;
  • collegato alla costruzione, acquisizione, ristrutturazione/miglioramento/ampliamento di fabbricati per la lavorazione, trasformazione, immagazzinamento e commercializzazione dei prodotti agricoli e dell’allevamento provenienti dall’attività aziendale;

B. Acquisto di macchinari e attrezzature:

  • realizzazione e razionalizzazione di strutture ed impianti per lo stoccaggio ed il trattamento dei reflui provenienti dall’attività aziendale, comprese le strutture realizzate con tecnologie in grado di ridurre le emissioni di gas a effetto serra;
  • attrezzature finalizzate alla riduzione dell’impatto ambientale dell’agricoltura mediante la conservazione del suolo (agricoltura conservativa) e la salvaguardia della biodiversità agricola/zootecnica;
  • impianti per il trattamento delle acque di scarico aziendali derivanti dall’attività di trasformazione aziendale;

C.Hardware e software

  • acquisizioni di hardware finalizzati all’adozione di tecnologie dell’informazione e comunicazione (TLC) al commercio elettronico (e-commerce);
  • acquisizione di programmi informatici finalizzati all’adozione di tecnologie dell’informazione e comunicazione (TLC), al commercio elettronico (e-commerce).

D.Efficientamento energetico

  • isolamento termico degli edifici, razionalizzazione/efficientamento e/o sostituzione dei sistemi di riscaldamento, condizionamento, alimentazione elettrica, forza motrice e illuminazione, impianti ed attrezzature funzionali al contenimento dei consumi energetici;

E. Spese generali

  • Solo se collegati agli investimenti: onorari per professionisti e consulenti, compensi per consulenze in materia di sostenibilità ambientale ed economica, inclusi gli studi di fattibilità. Le spese generali, inclusi gli studi di fattibilità, sono ammesse del 9% della spesa totale ammissibile dell’intervento agevolato;

In caso di opere edili:

  • le spese devono essere strettamente correlate al programma di sviluppo dell’azienda e derivare dalla mancanza di soluzioni alternative al riuso di immobili ricadenti nella disponibilità dell’azienda agricola. Ambedue le condizioni (correlazione e impossibilità del riuso) devono essere chiaramente giustificate nell’ambito del programma di investimenti presentato;
  • le spese non possono eccedere il 40% del valore complessivo dell’investimento ammissibile escluse le spese generali.

ENTITA’ E FORMA DELL’AGEVOLAZIONE

L’entità del sostegno per gli interventi 4.1.1., 4.1.3 e 4.14

  • del 55% del costo dell’investimento ammissibile realizzato da agricoltori nelle zone montane e svantaggiate
  • del 45% del costo dell’investimento ammissibile realizzato da agricoltori nelle altre zone
  • del 50% nel caso di investimenti che riguardano la trasformazione, la commercializzazione e lo sviluppo dei prodotti agricoli. Per tali investimenti non viene applicata la maggiorazione del 10%

Le aliquote di sostegno di cui ai punti precedenti sono maggiorate del 10% nel caso di sostegno ad investimenti collettivi.

Documentazione Ufficiale

SCADENZA 30/09/2016

Per informazioni info.modaffari@gmail.com – cell:+39 3484990493

Print Friendly