Loading...

Concorso per l'assunzione di 5 Istruttori direttivi socio assistenziali presso il Comune di Cervia

Concorso per l'assunzione di 5 Istruttori direttivi socio assistenziali presso il Comune di Cervia
  • Scadenza :
  • Codice :
  • Ente/Azienda :

E’ indetto un pubblico concorso per titoli ed esami per la copertura con contratto a tempo indeterminato e pieno di: n. 5 posti a tempo indeterminato e pieno di “Istruttore direttivo socio assistenziale”– Categoria D1, da assegnare ai Servizi alla Persona nell’ambito della Gestione Associata del Sistema di Welfare tra i Comuni di Ravenna, Cervia e Russi del Settore Cultura Turismo e Servizi al Cittadino.

DUE POSTI sono riservati prioritariamente a volontari delle Forze Armate in possesso dei requisiti, ai sensi dell’art 1014 comma 1 e 3 dell’art. 678 comma 9 del Dlgs 66/2010.

Conoscenze e competenze richieste

Gli ambiti di intervento dell’ASSISTENTE SOCIALE attengono alle seguenti Aree: anziani, persone con disabilità, minori, famiglie e disagio adulto. L’Assistente sociale opera con autonomia tecnico professionale in tutte le fasi di intervento per la prevenzione, il sostegno ed il recupero di persone e famiglie in situazione di fragilità, bisogno, disagio e marginalità sociale, nell’ambito degli obiettivi di intervento definiti dal piano di zona per la salute ed il benessere sociale del territorio cervese. Le principali attività attengono alle relazioni con i cittadini e con le organizzazioni del territorio.

Sono richieste le seguenti conoscenze e competenze:

  • approfondita conoscenza della legislazione nazionale e regionale in materia di servizi sociali e sociosanitari;
  • solide competenze specialistiche negli interventi di promozione del benessere, prevenzione e contrasto del disagio e protezione e cura in area famiglie e minori, disabili e anziani;
  • elevata conoscenza e padronanza delle tecniche di conduzione di colloquio sociale;
  • buona capacità di progettazione sociale individualizzata e sviluppo welfare di comunità;
  • spiccate attitudini al lavoro di equipe multi professionale;
  • buone capacità organizzative di pianificazione del proprio lavoro e di partecipazione a gruppi di lavoro;
  • buone capacità relazionali, di natura diretta e negoziale, anche con altri Enti e Istituzioni.

Per le caratteristiche delle funzioni da svolgere, in termini di responsabilità e contatto diretto con l’utenza, anche in situazioni di stress operativo ed emotivo, sono richiesti i seguenti requisiti attitudinali: controllo emotivo in situazioni di stress, capacità intellettive che consentano di fronteggiare problematiche con soluzioni basate su processi logici e capacità deduttive, adeguate capacità espressive e relazionali.

Requisiti

  1. Titolo di studio: Diploma Universitario di Assistente Sociale o Diploma Universitario in Servizio Sociale o Laurea triennale o specialistica o magistrale in Servizio Sociale o altro titolo equipollente riconosciuto come abilitante all’esercizio della professione di Assistente Sociale;
  2. Abilitazione professionale e iscrizione all’albo degli Assistenti Sociali. L’iscrizione al corrispondente Albo Professionale di uno dei Paesi dell’Unione Europea consente la partecipazione, fermo restando l’obbligo dell’iscrizione all’Albo in Italia prima dell’assunzione in servizio.
  3. Possesso della patente di cat. B o superiore valida a tutti gli effetti.
  4. Cittadinanza italiana o di altro Stato appartenente all’Unione Europea, (sono equiparati ai cittadini italiani gli italiani non appartenenti alla Repubblica) ovvero, laddove non in possesso della cittadinanza italiana o di altro Stato appartenente all’Unione Europea, di essere familiare di un cittadino di Stato membro dell’Unione Europea purché titolare del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente, oppure di essere cittadino di Stati terzi e titolare del permesso di soggiorno UE per i soggiornanti di lungo periodo oppure di essere titolare dello status di rifugiato ovvero dello stato di protezione sussidiaria (articolo 38 del D.Lgs 165 del 30/03/2001 come modificato dall’articolo 7 della L. 06/08/2013 n. 67).
  5. Godimento dei diritti civili e politici.
  6. Idoneità psico/fisica all’impiego, rapportata alle mansioni lavorative richieste dalla figura professionale a concorso.
  7. Non aver riportato condanne penali che impediscano, ai sensi delle vigenti disposizioni in materia, la costituzione del rapporto d’impiego con la pubblica amministrazione.
  8. Non essere stati licenziati da un precedente pubblico impiego né essere stati destituiti o dispensati dall’impiego presso una pubblica amministrazione per persistente insufficiente rendimento, ovvero non essere stati dichiarati decaduti da un pubblico impiego, ai sensi dell’art. 127 comma 1 lett. d) del DPR 10/01/2957 n. 3; in quest’ultimo caso l’amministrazione si riserva di valutare la rilevanza della condotta posta in essere ai fini dell’eventuale ammissione alla procedura secondo le indicazioni di cui alla sentenza n. 329 del 27/07/2007 della Corte costituzionale.
  9. Per i soli concorrenti di sesso maschile (nati entro il 31/12/1985 ai sensi della legge 23/08/2004 n. 226) essere in posizione regolare nei confronti degli obblighi di leva.

Domanda di partecipazione

La domanda di ammissione al concorso deve essere compilata in carta semplice e sottoscritta secondo lo schema ed è indirizzata al Comune di Cervia – Servizio Risorse Umane.

La partecipazione al concorso comporta il versamento di una tassa di Euro 8,00 da effettuarsi con una delle seguenti modalità:

  • c/c postale n. 13921481 intestato al Comune di Cervia – Servizio Tesoreria Comunale;
  • bonifico bancario intestato a Comune di Cervia- Servizio Tesoreria- Codice IBAN: IT91 H076 0113 1000 0001 3921 481.

La domanda dovrà essere presentata entro e non oltre le ore 12.00 di GIOVEDÌ 20 LUGLIO 2017, secondo le seguenti modalità:

  • a mezzo Posta Elettronica Certificata all’indirizzo comune.cervia@legalmail.it (esclusivamente da casella di posta elettronica certificata personale). La domanda e gli allegati dovranno essere in formato PDF. Il messaggio deve avere come oggetto: “Domanda di partecipazione al concorso per l’assunzione di n. 5 posti a tempo indeterminato e pieno di “Istruttore direttivo socio assistenziale – Cat. D1, da assegnare ai Servizi alla Persona”;
  • via fax al n. 0544/72340 (Servizio Protocollo) corredata da fotocopia del documento valido di identità;
  • inviata per posta a mezzo raccomandata recante sul retro della busta l’indicazione: “contiene Domanda di partecipazione al concorso per l’assunzione di n. 5 posti a tempo indeterminato e pieno di “Istruttore direttivo socio assistenziale – Cat. D1, da assegnare ai Servizi alla Persona”. Saranno considerate tempestive le domande pervenute a questa Amm.ne entro il termine sopra indicato (NON fa fede la data del timbro postale di spedizione);
  • recapitata direttamente all’Ufficio Protocollo del Comune di Cervia – Piazza Garibaldi, n. 1 – Piano 2°, corredata da fotocopia del documento valido di identità, dal lunedì al venerdì 9-13; giovedì pomeriggio ore 15-17.

Alla domanda devono essere allegati un documento di riconoscimento in corso di validità e la quietanza comprovante l’avvenuto pagamento della tassa di concorso a pena di esclusione.

Prove d’esame

Le prove d’esame saranno volte nel loro complesso ad accertare e valutare le conoscenze tecnico-specialistiche e le competenze e caratteristiche attitudinali possedute dal candidato, in relazione alle caratteristiche e alle peculiarità del ruolo da ricoprire.

La prima prova scritta, che consisterà in quesiti a risposta sintetica e/o articolata inerenti le materie d’esame, sarà diretta ad accertare la professionalità dei candidati con particolare riferimento al ventaglio di conoscenze di tipo teorico e metodologico. La prova si terrà il giorno 31 luglio ore 10,00.

La seconda prova scritta, a contenuto prevalentemente pratico-attitudinale, dovrà tendere ad accertare la capacità del candidato di applicare il bagaglio di conoscenze teoriche e metodologiche al corretto approccio e/o alla definizione di casi concreti e alla risoluzione di problematiche. Potrà consistere nella redazione di uno o più elaborati, nella redazione di atti o provvedimenti, nella individuazione della soluzione, fra le diverse fornite, ritenuta più adeguata per far fronte a specifiche problematiche, nella individuazione di iter procedurali o percorsi operativi nella simulazione di interventi e/o procedimenti collocati in uno specifico contesto di riferimento, nella selezione, elaborazione di dati forniti e conseguente predisposizione di atti, schemi e/o proposte risolutive di specifiche problematiche. La prova si terrà il giorno 31 luglio alle ore 14,30.

La prova orale consisterà in un colloquio attraverso il quale saranno globalmente verificate sia le competenze e conoscenze di tipo tecnico/professionale del candidato, sia le sue attitudini. Il colloquio verterà su TUTTE le materie d’esame. Nell’ambito della prova potranno anche essere discussi uno o più casi pratici per verificare le competenze in tema di progettualità, di orientamento all’utente, spirito di iniziativa e flessibilità.

Durante la prova orale verranno accertati, inoltre, i requisiti attitudinali in relazione alla posizione da ricoprire. Si provvederà infine ad accertare:

  1. la capacità di utilizzo di apparecchiature ed applicazioni informatiche più diffuse, che potrà essere effettuata anche mediante una verifica operativa;
  2. la conoscenza della lingua inglese (lettura e comprensione di un testo).

La prova orale si svolgerà nei giorni 23-25 agosto da confermare in considerazione del numero dei candidati.

I TITOLI CULTURALI/PROFESSIONALI e di SERVIZIO (limitatamente a quelli valutabili descritti successivamente) VERRANNO ACQUISITI IN UN SECONDO MOMENTO, UNICAMENTE PER I CANDIDATI CHE AVRANNO SUPERATO LE PROVE SCRITTE E CHE SARANNO AMMESSI AI COLLOQUI.

Per i titoli sono a disposizione punti 10 complessivi, suddivisi come segue:

  1. di studio e Cultura FINO AD UN MASSIMO DI PUNTI 1,50
  2. di servizio FINO AD UN MASSIMO DI PUNTI 6
  3. vari FINO AD UN MASSIMO DI PUNTI 1,50
  4. Curriculum professionale FINO AD UN MASSIMO DI PUNTI 1

Materie d’esame

  • Legislazione nazionale e regionale (con riferimento alla Regione Emilia Romagna) sulle tematiche sociali e socio-sanitarie con particolare riferimento al sistema integrato di interventi e servizi sociali e socio sanitari in area minori, famiglia, disagio adulto, immigrati, disabili e anziani;
  • Metodologia del servizio sociale, con particolare riferimento a principi e metodologie di intervento nella gestione dei singoli casi, alla valutazione del bisogno, alla costruzione di progetti personalizzati di prevenzione, sostegno, accompagnamento e assistenza, anche attraverso il lavoro in equipe multiprofessionali, alla promozione del lavoro di rete e del welfare di comunità;
  • Conoscenza delle logiche e degli obiettivi del welfare generativo e possibili applicazioni;
  • Conoscenze fondamentali nel campo della sociologia, psicologia, diritto ed economia;
  • Organizzazione e programmazione dei servizi sociali e socio-sanitari a livello territoriale, con analisi del contesto sociale e culturale di riferimento;
  • Elementi di legislazione in materia di immigrazione;
  • Elementi di legislazione in materia di diritto minorile;
  • Nozioni di diritto civile della persona e della famiglia;
  • Elementi sull’ordinamento degli Enti Locali;
  • Elementi di diritto amministrativo, con particolare riferimento al diritto di accesso e alla tutela della Privacy;
  • Diritti e doveri dei pubblici dipendenti – Reati contro la Pubblica Amministrazione (delitti dei pubblici ufficiali contro la Pubblica Amministrazione; delitti dei privati contro la Pubblica Amministrazione).
Print Friendly