Loading...

Voucher baby-sitting - asili nido

Voucher baby-sitting - asili nido
  • Scadenza : Fino ad esaurimento risorse
  • Codice : 2017_045/3
  • Area territoriale : Nazionale

Le madri lavoratrici possono richiedere dei voucher per l’acquisto di servizi di baby sitting oppure un contributo per sostenere le spese dei servizi per l’infanzia, sia pubblici che privati accreditati, per una massimo di sei mesi.

L’agevolazione può essere concessa al termine del congedo di maternità ed entro undici mesi successivi, in alternativa al congedo parentale.

Importo

L’importo del contributo è di 600 euro mensili, erogato per un periodo massimo di sei mesi per le lavoratrici dipendenti e tre mesi per le lavoratrici iscritte alla gestione separata e autonome. Il beneficio può essere richiesto in alternativa alla fruizione del congedo parentale.

Il beneficio consiste in una delle forme di contributo:

  1. Contributo per far fronte agli oneri della rete pubblica dei servizi per l’infanzia o dei servizi privati accreditati. Il contributo viene erogato attraverso pagamento diretto alla struttura scolastica fino a 600 euro mensili per ogni mese di congedo parentale non fruito dalla lavoratrice;
  2. Voucher per l’acquisto di servizi di baby sitting. Il contributo viene erogato attraverso i sistema di buoni lavoro (voucher) per un importo di 600 euro per ogni mese di congedo parentale non fruito.

Requisiti

Possono accedere al beneficio le lavoratrici:

  • Dipendenti, di amministrazioni pubbliche o di datori di lavoro privati;
  • Iscritte alla gestione separata, comprese le libere professioniste non iscritte ad altra forma previdenziale obbligatoria;
  • Autonome o imprenditrici.

Il beneficio deve essere richiesto entro gli 11 mesi successivi alla conclusione del periodo di congedo obbligatorio di maternità e non abbiano ancora fruito di tutto il periodo di congedo parentale.

Il beneficio può essere richiesto anche per più figli separatamente, purché i requisiti ricorrano per ogni figlio.

Non sono ammesse al beneficio le lavoratrici esentate totalmente dal pagamento della rete pubblica dei servizi per l’infanzia o dei servizi privati accreditati o che usufruiscono di benefici di cui al Fondo per le politiche relative ai diritti ed alle pari opportunità.

Come fare domanda

La domanda deve essere presentata all’INPS attraverso il sito web istituzionale, anche tramite patronato.

Nella domanda la lavoratrice deve indicare:

  1. a quale dei due benefici intende accedere e, in caso, indicare la struttura per l’infanzia in cui il minore è iscritto;
  2. il periodo di fruizione del beneficio, specificando i mesi;
  3. dichiarazione di rinuncia alla fruizione del corrispondente numero di mesi di congedo parentale;
  4. dichiarazione di aver presentato dichiarazione ISEE valida.
Print Friendly

Richiedi maggiori informazioni

Inviando questo form dichiarerai di aver letto la nostra politica sulla privacy ed acconsentirai al trattamento sui dati personali
Perfetto! La sua richiesta è stata invaita con successo!
OPS! Si è verificato un errore nell'elaborazione della richiesta. Riprova più tardi

Potrebbe interessarti: