Loading...

Contributo a fondo perduto fino al 50% per attività di investimenti produttivi destinati all'acquacoltura

Contributo a fondo perduto fino al 50% per attività di investimenti produttivi destinati all'acquacoltura
  • Scadenza : 11-11-2017
  • Codice : 2017_89
  • Area territoriale : Calabria

Il seguente bando prevede investimenti per: recuperare e sfruttare le aree maggiormente vocate; riqualificare e diversificare le produzioni e i processi produttivi garantendo la compatibilità con l’ambiente e le risorse disponibili; valorizzare il prodotto sul mercato; diversificare l’attività con altre complementari.

CHI PUO’ PARTECIPARE

  • Micro, Piccole e Medie Imprese (PMI);
  • Imprese diverse dalle PMI che operano nel settore della pesca e dell’acquacoltura.
  • Soggetti che, al momento di presentazione della domanda,non si siano ancora costituiti in una forma giuridica riconosciuta e che comunque si impegnano a divenirlo prima della decisione individuale di concessione del contributo.

INTERVENTI AMMISSIBILI

  • investimenti produttivi nel settore dell’acquacoltura;
  • l’ammodernamento delle unità di acquacoltura, compreso il miglioramento delle condizioni di lavoro
    e di sicurezza dei lavoratori del settore dell’acquacoltura;

SPESE AMMISSIBILI

  • costruzione e/o ampliamento o miglioramento di impianti di acquacoltura e maricoltura, per la
    riproduzione e la crescita dei pesci, crostacei e molluschi o altri organismi marini e di acqua dolce di
    interesse commerciale, ivi comprese le imbarcazioni di servizio;
  • acquisto di macchinari e attrezzature per impianti di acquacoltura e maricoltura e imbarcazioni asservite
    agli impianti di acquacoltura;
  • spese per il miglioramento delle condizioni d’igiene e sanitarie, delle condizioni ambientali, dei sistemi di
    produzione anche attraverso l’adozione di innovazioni tecnologiche;
  • lavori di sistemazione o di miglioramento dei circuiti idraulici all’interno delle imprese acquicole,
    compresi il riciclo dei rifiuti delle acque;
  • opere murarie e impiantistiche strettamente inerenti agli impianti e/o agli accessori;
  • adeguamento dei mezzi alle esigenze aziendali (coibentazione/impianti frigoriferi);
  • acquisto di terreni non edificati e di terreni edificati nei limiti del 10% della spesa totale ammissibile
    dell’operazione considerata;
  • le spese relative all’acquisto di fabbricati è ammissibile purché funzionale alle finalità dell’operazione in
    questione. Le acquisizioni di fabbricati sono ammissibili a finanziamento, purché il loro valore non superi
    il 50% della spesa globale dell’investimento medesimo, al netto delle spese generali;
  • spese per impianti che producono energia da fonti rinnovabili per uso esclusivamente aziendale, nei limiti
    del 15% della spesa riconosciuta ammissibile;
  • acquisto di attrezzatura informatica, compreso il relativo software specifico/specialistico;
  • spese generali (costi generali e costi amministrativi): si tratta di spese collegate all’operazione finanziata e
    necessarie per la sua preparazione o esecuzione, disciplinate nel documento Linee guida per
    l’ammissibilità delle spese del Programma Operativo FEAMP 2014/2020
  • Spese Generali;

DOTE FINANZIARIA

Agli interventi di cui alla presente Misura sono assegnate le risorse finanziarie rese disponibili dal bilancio
regionale per complessivi € 5.403.069,07 riferite alle annualità di bilancio 2017-2018-2019.

SCADENZA

La domanda dovrà essere effettuata entro il giorno 11/11/2017

Print Friendly