Loading...

FONDAZIONE CON IL SUD - Bando per la valorizzazione dei Beni Confiscati alle mafie - 2016

FONDAZIONE CON IL SUD - Bando per la valorizzazione dei Beni Confiscati alle mafie - 2016
  • Scadenza : 15-02-2017
  • Codice : 2016_153
  • Area territoriale : Basilicata, Calabria, Campania, Puglia, Sicilia

OBIETTIVI DEL BANDO

La Fondazione CON IL SUD, dopo le prime due edizioni del 2010 e del 2013, torna a pubblicare il Bando dedicato alla valorizzazione dei beni confiscati alla criminalità organizzata, intesi come bene comune e come occasione di sviluppo sociale ed economico del territorio. Con l’edizione del 2016, la Fondazione, in collaborazione con Fondazione Peppino Vismara, sosterrà iniziative “esemplari” in grado di utilizzare i beni immobili e/o mobili registrati, provenienti dalla lotta alla criminalità organizzata, per attività volte a valorizzare le risorse presenti sul territorio e a incrementarne il capitale sociale, nelle regioni del Sud Italia (Basilicata, Calabria, Campania, Puglia, Sardegna, Sicilia).

SOGGETTI BENEFICIARI

Il Bando è indirizzato esclusivamente a partnership, intese come accordi tra almeno tre o più soggetti, che assumeranno un ruolo attivo nella co-progettazione e nell’implementazione del progetto. Ogni partnership individua un “soggetto responsabile”, che deve essere un’organizzazione senza scopo di lucro nella forma di:

  • associazione (riconosciuta o non riconosciuta);
  • cooperativa sociale o loro consorzi;
  • ente ecclesiastico;
  • fondazione;
  • impresa sociale (nelle diverse forme previste dalla L.155/2006)

Alla data di pubblicazione del Bando, il soggetto responsabile deve, inoltre:

  1. svolgere attività coerenti con la missione della Fondazione;
  2. essere costituito da almeno due anni;
  3. avere la sede legale e/o operativa nella provincia in cui è localizzato l’immobile oggetto di intervento;
  4. aver presentato una sola proposta di progetto;
  5. non avere progetti finanziati dalla Fondazione in corso, in qualità di soggetto responsabile.

 

Il soggetto responsabile o uno dei soggetti della partnership dovranno dimostrare l’effettiva disponibilità del bene confiscato oggetto di intervento attraverso apposito atto scritto (ad es. locazione, comodato, mandato, concessione, autorizzazione etc.) recante data certa, con durata residua di almeno 10 anni dalla data di scadenza del presente Bando, da cui risulti che il bene confiscato oggetto di intervento sia nella piena e legittima disponibilità del soggetto responsabile o di uno dei soggetti della partnership.

La proposta di progetto dovrà prevedere la partecipazione di almeno un altro soggetto della partnership appartenente al mondo del terzo settore. Gli altri soggetti della partnership potranno appartenere, oltre che al mondo del terzo settore, anche a quello delle istituzioni, dell’università, della ricerca e al mondo economico.

AMBITI DI INTERVENTO

La Fondazione sosterrà alternativamente interventi nei seguenti ambiti:

  • Avvio di nuove attività di imprenditorialità sociale o attività economicamente sostenibili su beni di recente o nuova assegnazione;
  • Rafforzamento e ampliamento di attività di economia sociale già esistenti ed operative.

Gli interventi dovranno essere realizzati su beni svincolati e/o provvisti delle necessarie autorizzazioni da parte degli enti pubblici preposti (Sovrintendenza dei Beni Culturali, Comuni, ecc.).

PROPOSTE AMMISSIBILI

Sono considerate ammissibile le proposte di progetto, presentate complete di tutti i documenti di anagrafica e di progetto richieste, che:

  • siano presentate da partnership costituite da almeno tre soggetti;
  • prevedano la realizzazione dell’intervento nei territori di una o più regioni del Sud Italia in cui opera la Fondazione;
  • prevedano la realizzazione di interventi coerenti con gli obiettivi e gli ambiti di intervento indicati;
  • richiedano un contributo da parte della Fondazione non superiore a €500.000;
  • prevedano che, del contributo richiesto, una quota non superiore al 50% sia destinata alla copertura dei costi di ristrutturazione e di adeguamento;
  • prevedano una quota di co-finanziamento, costituita interamente da risorse finanziarie, pari ad almeno il 20% del costo complessivo del progetto, indicando le fonti del finanziamento;
  • prevedano una durata complessiva del progetto non inferiore ai 24 mesi e non superiore ai 48 mesi.

ENTITA’ E FORMA DELL’AGEVOLAZIONE

La Fondazione mette a disposizione delle organizzazioni del terzo settore assegnatarie di beni confiscati un importo complessivo di 7 milioni di euro.

SCADENZA DELLA DOMANDA

Entro, e non oltre, le ore 13:00 del 15 febbraio 2017

Per info:  info@cantieridimprese.it  cell- +39 3484990493

Print Friendly

Richiedi maggiori informazioni

Inviando questo form dichiarerai di aver letto la nostra politica sulla privacy ed acconsentirai al trattamento sui dati personali
Perfetto! La sua richiesta è stata invaita con successo!
OPS! Si è verificato un errore nell'elaborazione della richiesta. Riprova più tardi

Potrebbe interessarti: