Loading...

Contributo a fondo perduto fino al 40% e finanziamento a tasso agevolato fino al 50% per lo sviluppo di contratti di filiera e di distretto

Contributo a fondo perduto fino al 40% e finanziamento a tasso agevolato fino al 50% per lo sviluppo di contratti di filiera e di distretto
  • Scadenza : A sportello
  • Codice : 2017_83
  • Area territoriale : Nazionale

Il presente avviso si applica ai Contratti di filiera e ai Contratti di distretto.

Soggetti beneficiari

I soggetti beneficiari sono le PMI e le Grandi Imprese che devono possedere i seguenti requisiti:

  • avere una stabile organizzazione in Italia;
  • essere regolarmente costituiti ed iscritti nel Registro delle imprese.

Tipologia di interventi ammissibili

  • Investimenti nella produzione agricola primaria;
  • Trasformazione e commercializzazione di prodotti agricoli;
  • Partecipazione dei produttori ai regimi di qualità e misure promozionali;
  • Aiuti alla ricerca e allo sviluppo nel settore agricolo.

Tipologia di spese ammissibili

Tipologia 1

Aiuti agli investimenti in attivi materiali e attivi immateriali nelle aziende agricole connessi alla produzione agricola primaria:

  • Costruzione, acquisizione, incluso il leasing, o miglioramento di beni immobili;
  • Acquisto o noleggio con patto di acquisto di macchinari e attrezzature;
  • Acquisizione o sviluppo di programmi informatici,e acquisizione di brevetti, licenze, diritti d’autore e marchi commerciali;
  • Costi generali come onorari di architetti, ingegneri e consulenti, onorari per consulenze sulla sostenibilità ambientale ed economica brevetti, compresi gli studi di fattibilità;
  • Acquisto di animali da riproduzione
Tipologia 2

2)Aiuti agli investimenti nel settore della trasformazione di prodotti agricoli e della commercializzazione di prodotti agricoli:

  • Costruzione, acquisizione, incluso il leasing, o miglioramento di beni immobili;
  • Acquisto o noleggio con patto di acquisto di macchinari e attrezzature;
  • Costi generali collegati alle spese come onorari di architetti, ingegneri e consulenti, onorari per consulenze sulla sostenibilità ambientale ed economica, compresi studi di fattibilità;
  • Acquisizione o sviluppo di programmi informatici e acquisizione di brevetti, licenze, diritti d’autore e marchi commerciali.
Tipologia 3

Aiuti per la partecipazione dei produttori di prodotti agricoli ai regimi di qualità e per le misure promozionali a favore dei prodotti agricoli:

  • Costi per le ricerche di mercato, l’ideazione e la progettazione del prodotto nonché la preparazione delle domande di riconoscimento dei regimi di qualità;
  • Organizzazione e la partecipazione a concorsi, fiere o mostre; spese di iscrizione; costi di viaggio e costi per il trasporto degli animali; spese per pubblicazioni e siti web che annunciano l’evento;affitto dei locali e degli stand e i costi del loro montaggio e smontaggio;
  • Costi delle pubblicazioni su mezzi cartacei ed elettronici, siti web e annunci pubblicitari nei mezzi di comunicazione elettronici, radiofonici o televisivi, destinati a presentare informazioni fattuali sui produttori di una data regione o di un dato prodotto;
  • Costi relativi alla divulgazione di conoscenze scientifiche e dati fattuali su:
    • i) regimi di qualità aperti a prodotti agricoli di altri Stati membri e di paesi terzi;
    • ii) prodotti agricoli generici e i loro benefici nutrizionali, nonché sugli utilizzi proposti per essi;
  • Costi delle campagne promozionali destinate ai consumatori e organizzate nei mezzi di comunicazione o presso i punti di vendita al dettaglio, nonché di tutto il materiale promozionale distribuito direttamente ai consumatori.
Tipologia 4

Aiuti alla ricerca e allo sviluppo nel settore agricolo:

  • Spese di personale relative a ricercatori, tecnici e altro personale ausiliario nella misura in cui sono impiegati nel progetto;
  • Costi relativi a strumentazione e attrezzature;
  • Costi relativi agli immobili e ai terreni. Per quanto riguarda gli immobili, sono considerati ammissibili unicamente i costi di ammortamento corrispondenti alla durata del progetto, calcolati secondo principi contabili generalmente accettati. Per quanto riguarda i terreni, sono ammissibili i costi delle cessioni a condizioni commerciali o le spese di capitale effettivamente sostenute;
  • Costi per la ricerca contrattuale, le conoscenze e i brevetti acquisiti o ottenuti in licenza da fonti esterne alle normali condizioni di mercato, nonché costi per i servizi di consulenza e i servizi equivalenti utilizzati esclusivamente ai fini del progetto;
  • Spese generali supplementari e altri costi di esercizio, compresi i costi dei materiali, delle forniture e di prodotti analoghi, direttamente imputabili al progetto.

Entità e forma agevolazione

Sono ammessi alle agevolazioni i Contratti di filiera e Contratti di distretto il cui importo complessivo degli investimenti ammissibili sia compreso tra € 4.000.000 e € 50.000.000.

L’importo del Progetto di ogni singolo Soggetto beneficiario è fissato a un valore minimo della spesa ammissibile di € 400.000.

Per investimenti effettuati da PMI l’importo del Progetto per Soggetto beneficiario è fissato a un valore minimo della spesa ammissibile di € 100.000.

Le agevolazioni sono concesse nella forma di Contributo in conto capitale e di Finanziamento agevolato.

Nell’ambito del Finanziamento, la quota di Finanziamento bancario è fissata in misura non inferiore al 50%.

Il Finanziamento agevolato è concesso a un tasso di interesse dello 0,50%.

L’entità dell’agevolazione varia in base all’intervento, alla tipologia della spesa ammissibile, all’ ammontare della spesa ammissibile e alla localizzazione e va da un minimo del 10% fino ad un massimo del 40%.

Scadenza

Le domande di accesso ai Contratti di filiera o ai Contratti di distretto possono essere presentate a partire dalle ore 10.00 del 27.11.2017.

Print Friendly