Loading...

Avviso di Selezione Pubblica per l'assegnazione di n. 4 Borse di studio - Area Giuridica, per lo svolgimento di Tirocinio pratico presso la Giunta regionale della Lombardia

Avviso di Selezione Pubblica per l'assegnazione di n. 4 Borse di studio - Area Giuridica, per lo svolgimento di Tirocinio pratico presso la Giunta regionale della Lombardia
  • Scadenza :
  • Codice :
  • Ente/Azienda :

La Giunta regionale della Lombardia ha previsto l’assegnazione di n. 4 borse di studio pertinenti all’area giuridica, di durata annuale e non rinnovabile, finalizzate allo svolgimento di un tirocinio pratico presso le strutture della Giunta regionale. In particolare:

  • due borse di studio saranno assegnate all’Avvocatura regionale;
  • due borse di studio saranno assegnate tra le altre Direzioni della Giunta regionale.

Il tirocinio prevede la corresponsione di un assegno mensile di Euro 914,51 al lordi, per 11 mensilità.

Al termine del periodo di tirocinio verrà rilasciato, a cura della struttura di assegnazione, un attestato.

Requisiti per la partecipazione

  1. cittadinanza italiana, di altri Stati aderenti alla U.E. ovvero cittadini stranieri regolarmente soggiornanti in Italia;
  2. godimento dei diritti civili e politici.
  3. età non superiore ai 32 anni (non ancora compiuti);
  4. laurea (vecchio ordinamento) o laurea specialistica (LS) o laurea magistrale (LM) conseguita da non più di tre anni in una delle discipline individuate nell’Allegato A al Bando. Le borse di studio da assegnare all’Avvocatura regionale saranno conferite a neo laureati in possesso di laurea in Giurisprudenza;
  5. votazione non inferiore a 110 su 110 o 100 su 100 (punteggio massimo previsto per ciascun corso di laurea).
  6. per le borse di studio da assegnare all’Avvocatura regionale, documentata pratica forense di almeno sei mesi. Il tirocinio non è utile ai fini della pratica forense e l’eventuale pratica deve essere svolta al di fuori dell’orario di svolgimento del tirocinio.

Processo di selezione

La selezione dei candidati avverrà tramite colloquio e successiva valutazione dei titoli culturali e professionali posseduti.

Il colloquio è finalizzato a valutare la preparazione generale del candidato nelle materie oggetto del percorso di studio universitario e a valutare le conoscenze in ordine ai temi istituzionali, al diritto regionale con particolare riguardo allo Statuto d’Autonomia di Regione Lombardia, al diritto costituzionale con particolare riferimento al titolo V della Costituzione, al diritto amministrativo e alle riforme della pubblica amministrazione.

Per la valutazione del colloquio il Nucleo di Valutazione dispone di un massimo di 10 punti. Il colloquio si intende superato con una votazione di almeno 6 punti.

Per la valutazione dei titoli, il Nucleo di Valutazione dispone di un massimo di 10 punti. Verranno presi in considerazione soltanto i titoli espressamente dichiarati, completi di tutti gli elementi utili ai fini della valutazione. Verranno valutati i seguenti titoli:

  • titolo di studio: sarà valutata l’assegnazione della LODE (punto 1.00)
  • master esclusivamente universitari di durata almeno annuale (massimo punti 2,00);
  • corsi universitari di specializzazione post lauream di durata almeno annuale (massimo punti 2,00);
  • possesso dell’abilitazione alla professione di avvocato (punti 3,00);
  • borse di studio nella pubblica amministrazione di durata almeno semestrale (massimo punti 2,00).

Domanda di partecipazione

La domanda di partecipazione alla selezione, redatta su apposito modulo e sottoscritta dal candidato, a pena di nullità, dovrà essere indirizzata a: GIUNTA REGIONALE DELLA LOMBARDIA – DIREZIONE GENERALE PRESIDENZA – UNITÀ ORGANIZZATIVA “ORGANIZZAZIONE E PERSONALE GIUNTA E SIREG” – STRUTTURA “GESTIONE GIURIDICA ED ECONOMICA DEL PERSONALE” e dovrà pervenire entro le ore 16.30 di lunedì 20 marzo 2017 tramite una delle seguenti modalità:

  • posta elettronica certificata (PEC), al seguente indirizzo presidenza@pec.regione.lombardia.it. La domanda di partecipazione deve indicare il seguente oggetto “Domanda di assegnazione borsa di studio area giuridica”. Non sarà ritenuta valida, con conseguente esclusione del candidato dalla procedura in oggetto, la domanda pervenuta tramite PEC di utenza diversa da quella di cui il candidato sia titolare;
  • a mezzo raccomandata con ricevuta di ritorno, al seguente indirizzo: Piazza Città di Lombardia 1, 20124 – Milano. La domanda deve riportare sulla busta la seguente dicitura: “Domanda di assegnazione borsa di studio area giuridica”. Si considera prodotta in tempo utile la domanda spedita a mezzo posta entro il 20 marzo 2017 e che perverrà al protocollo entro sette giorni successivi alla data di scadenza (entro il 27 marzo 2017). A tal fine farà fede il timbro apposto dall’ufficio postale accettante;
  • consegna a mano presso uno degli sportelli del protocollo federato di Regione Lombardia (vedasi gli indirizzi presenti sul sito istituzionale www.regione.lombardia.it). La data di presentazione della domanda è attestata dalla data ed orario di protocollo.

Alla domanda devono essere allegati

  • fotocopia di un documento di riconoscimento in corso di validità;
  • l’elenco degli esami sostenuti durante il corso di laurea con la relativa votazione;
  • il curriculum formativo e professionale sottoscritto indicando nell’ordine: il percorso di studi (con indicazione della laurea conseguita), le esperienze di lavoro attuali e pregresse, la conoscenza delle lingue: indicare il livello (elementare, buono, ottimo); le eventuali pubblicazioni: indicare i riferimenti senza allegare copia; le aspirazioni/interessi (voce facoltativa);
  • il titolo e una breve presentazione della tesi di laurea discussa (di lunghezza massima dieci righe).

 

info@cantieridimprese.it

Print Friendly